Why Celebrity Brand?

L’influencer marketing sta vivendo l’inizio di una crisi che sta spostando il focus sull’evoluzione della figura del talent, dandogli un ruolo diverso e facendo nascere nuove figure, i content creator.
Un content creator punta tutto sulla creazione di contenuti di alta qualità, che siano fotografici, video o testuali e affidarsi a loro fa spesso risparmiare tempo e denaro al brand, che si trova dei contenuti molto belli e creativi pronti da usare. Spesso queste figure non hanno un enorme seguito di follower e soprattutto non sono seguiti in quanto influencer, ma piuttosto perchè sono molto creativi, divertenti o ispirazionali.

Se prima alle aziende bastava pagare un influencer per poter avere un placement del proprio prodotto all’interno dei suoi contenuti, oggi non basta più e alle volte risulta anche dannoso per l’immagine del brand.

Questa naturale evoluzione e divisione tra influencers e content creator sta portando alla creazione di una forma ancora più strutturata di coinvolgimento delle personalità famose nel mondo del marketing: la creazione del celebrity brand.
Il punto di partenza è il medesimo, ovvero sfruttare il bagaglio di notorietà e di riferimenti valoriali che i vip hanno sviluppato nella loro carriera e legarli alla creazione di un prodotto che diventa un vero e proprio brand e ciò che la celebrity pubblicizza diventa quasi una parte del suo universo personale.

Sviluppo di prodotto

Vale la pena soffermarsi un attimo su cosa significa produrre, oggi. Dal piazzare un proprio adesivo su di un barattolo con una grafica carina a farsi creare un proprio prodotto ci sono diversi gradi di personalizzazione, ma molto spesso non è lì che si giocano i destini dei celebrity brand. In Europa è sempre stato molto difficile per un vip entrare nel mondo imprenditoriale e riuscire a diversificare, il più delle volte la nuova avventura risulta un fallimento soprattutto per la mancanza del corretto supporto manageriale e strategico e di un modello di business sano.
Le multinazionali e le grandi aziende non sono mai state interessate a creare un prodotto insieme ad una celebrity e si sono sempre limitate ad un rapporto azienda-testimonial mentre le piccole imprese non sono aperte e non hanno gli strumenti e le competenze di marketing necessarie per poter supportare questo tipo di iniziative. Negli Usa questo trend è presente fin dai tempi della partnership Nike – Jordan, con la creazione del prodotto Air Jordan, fino ad arrivare alle numerose operazioni di celebrity brand che si sono affermate dal
2020 in poi: George Clooney, Brad Pitt, Kendall Jenner, Jay-Z, Jennifer Lopez, Kanye West e tanti altri.

Non sempre è un successo

Ovviamente non tutti i brand creati da personalità dello spettacolo sono un successo, la mancanza del corretto supporto manageriale e strategico porta buona parte di essi ad acquistare pubblicità su quelle stesse piattaforme che li hanno fatti nascere e crescere per mantenere il flusso di vendite che il solo bacino dei follower, da solo non può più soddisfare.
Il principale vantaggio dei celebrity brand è anche il suo limite principale.
L’hype iniziale c’è quasi sempre, ma per fare durare il successo nel tempo ci vuole altro. Ci vogliono sostenibilità, trasparenza, marketing autentico che generi un senso di fiducia in chi compra e, soprattutto, un ottimo prodotto. Perché l’unica verità innegabile è che i consumatori torneranno ad acquistare un determinato brand solo se gli piace il prodotto.

Quando il prodotto valorizza la celebrity

Il mercato finisce dove finisce l’area di influenza della celebrity, nella maggior parte dei casi. Il posizionamento era chiaro, o non serviva, in quel territorio. E quando si esce dal territorio si gioca con le regole del mercato.
Creare un proprio prodotto ha due tipi di beneficio per la celebrity:

  • diversificazione del business, avere un’attività separata è diventato quasi essenziale per una celebrità perchè permette di poter creare rendite passive anche nel post carriera
  • permette di poter “parlare” ad un bacino di utenti più grande rispetto alla solita community

Quando il celebrity brand valorizza l'azienda

Per le aziende la creazione di una nuova linea di prodotto e di un nuovo brand è una grande opportunità per poter raggiungere obiettivi di posizionamento al giusto prezzo:

  • il costo di una semplice campagna di influencer marketing non giustifica più l’operazione nè in termini di conversione nè di ritorno di immagine.
  • l’investimento in content creators non sostituisce il celebrity marketing